...

CASS. CIV SEZ I SENT. 09/04/2024 N. 9442

15 aprile 2024

News Regionale - Lazio ,


Con questa pronuncia la Suprema Corte ha confermato il suo più recente orientamento (cfr Cass n. 332 del 05/01/2024; Cass n. 32013 del 17/11/2023) secondo il quale i provvedimenti giudiziali che riguardano il diritto di visita o i tempi di permanenza dei figli minori, pur essendo provvedimenti privi di definitività e decisorietà, sono ricorribili per Cassazione nella misura in cui il diniego si risolva nella negazione della tutela giurisdizionale ad un diritto fondamentale, quello alla vita familiare, che trova riconoscimento nell’art 8 CEDU. Detto diritto soggettivo è infatti suscettibile di essere leso da quelle statuizioni che, in materia di frequentazione e visita del minore, sono a tal punto limitative e in contrasto con il tipo di affidamento scelto da violare il diritto alla bigenitorialità, da intendersi quale presenza comune dei genitori nella vita del figlio tale da garantire al medesimo una stabile consuetudine di vita e salde relazioni affettive sia con il padre che con la madre.

A cura dell’Avv. Federica Gigli